SecondiglianoToday

Agguato fuori dal carcere di Secondigliano: morto Lello “Cartolandia”

Il pregiudicato 40enne lottava tra la vita e la morte dallo scorso 31 ottobre

L'agguato, foto Nicola Clemente

Non ce l'ha fatta Lello Russo, soprannominato "Cartolandia", il pregiudicato 40enne di Arzano legato al clan Moccia di Afragola ferito a colpi di pistola la mattina del 27 ottobre scorso, all'esterno del carcere di Secondigliano.

Russo è morto ieri dopo un mese di agonia, ricoverato prima al Cardarelli e poi all'ospedale di Caserta.

L'agguato: spari all'esterno del carcere di Secondigliano

L'uomo venne raggiunto da cinque colpi d'arma da fuoco a volto e torace mentre raggiungeva dal carcere – era in regime di semilibertà – la sua auto, un'Opel parcheggiata in via Roma verso Scampia. Uno dei proiettili ferì anche un'altra persona, che non era negli obiettivi dei killer.

Proseguono intanto le indagini. La pista più accreditata è quella di un omicidio legato all'ascesa di un nuovo clan nella cosiddetta "167".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento