SecondiglianoToday

Reclutava per l'Isis in carcere: è stato anche detenuto a Secondigliano

Hmidi Saber, tunisino arrestato per terrorismo nel 2014 e nuovamente arrestato (in carcere) con l'accusa di reclutare jihadisti in galera, nel 2016 era nella casa circondariale partenopea

Hmidi Saber, AnsaFoto

È stato detenuto anche nel carcere di Secondigliano. È l'ultimo inquietante particolare che emerge dalla storia di Hmidi Saber, il tunisino arrestato per terrorismo nel 2014 del quale si è ora scoperto reclutasse jihadisti anche in galera.

In un primo momento detenuto a Civitavecchia, venne trasferito a Frosinone e poi nel capoluogo partenopeo. La sua detenzione, prima dell'arrivo a Napoli, era già stata macchiata da una spedizione punitiva organizzata a Civitavecchia e da un'aggressione portata a compimento a Frosinone.

A Secondigliano Saber è stato trasferito per motivi di sicurezza nell'estate del 2015. Lì si è reso responsabile, nel maggio 2016, di una violenta aggressione ai danni di un detenuto nigeriano di fede cristiana. A quel punto è passato a Salerno e nel settembre 2016 a Viterbo e poi a Rebibbia. Sei carceri, e una costante: episodi violenti e tentativi di indottrinamento degli altri detenuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'operazione "Black Flag" il 33enne è stato arrestato in carcere. Ritenuto ancora affiliato a Ansar Al-Sharia, organizzazione libica vicina all'Isis, verrà indagato per terrorismo internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento