SecondiglianoToday

"Quei cornuti mi hanno sparato addosso": Walter Mallo intercettato dopo l'agguato

Il baby boss del Rione Don Guanella, dopo la trappola tesagli dai Lo Russo lo scorso 25 aprile: "Sti sciem 'e Miano, che hanno detto che io sto dando addosso per senza niente…"

Walter Mallo

Quella notte Walter Mallo restò ferito in un agguato. Era quasi l'alba del 25 aprile scorso, quando scattò la trappola del clan Lo Russo contro il baby boss del rione Don Guanella. La conferma dell'agguato, riportata da Metropolis, è ad opera del diretto interessato.

Mallo ne ha parlato alla fidanzata in un'occasione, quattro giorni dopo, non sapendo che a casa sua era stata messa una cimice e che quindi le sue parole potessero essere messe agli atti dai magistrati.

"Mi ha voluto far andare un poco là sopra – spiega alla ragazza – Mi hanno sparato loro a me questi cornuti!". "Amò, ma stai bene?", chiede lei preoccupata. E lui: "Sto sempre bene…Mi hanno sparato…".

Poco chiaro invece il prosieguo della conversazione, "Sti sciem 'e Miano, che hanno detto che io sto dando addosso per senza niente…Genny mi ha voluto far andare un poco là sopra". Chi sia Genny, e perché Mallo sia andato "là sopra" – probabilmente intende la zona di Capodimonte, è lì che allo svincolo della Tangenziale pare sia avvenuto l'agguato – resta ancora da capire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Ancelotti rompe il silenzio, il messaggio sui social dopo l'esonero

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

  • Napoli, Gattuso vivrà a Posillipo nella casa che fu di Lavezzi

Torna su
NapoliToday è in caricamento